Notizie - Cultura e musica

Echos 2021: La musica classica riparte dalla provincia di Alessandria

Sabato 29 maggio prende il via la 23esima edizione di Echos – I Luoghi e la Musica, festival itinerante che abbina la musica classica alle straordinarie bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche del basso Piemonte.

Giunge alla 23esima edizione il Festival Echos - I Luoghi e la Musica, la rassegna organizzata dall’Associazione Musicale Ondasonora con la direzione artistica di Sergio Marchegiani, che trasforma la provincia di Alessandria in un grande palcoscenico di concerti, crocevia di artisti e di emozioni. Dodici eventi, dal 29 maggio al 27 giugno 2021, che invitano alla scoperta dei tanti tesori artistici sparsi nell’alessandrino, con la musica che si intreccia al racconto dei luoghi e delle loro storie.

Il concerto di apertura del Festival (29 maggio, Alessandria) vede in scena nella prestigiosa sede di Palatium Vetus il duo formato da Alessio Bidoli, violino, e Bruno Canino, pianoforte, impegnati in un’articolata scaletta con pagine di Mozart, Beethoven, Ravel e Camillo Sivori. Un altro duo è protagonista dell’appuntamento successivo (30 maggio, Rivalta Scrivia): Sergey Galaktionov e Amedeo Cicchese, rispettivamente primo violino di spalla e primo violoncello dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino, proporranno un impaginato che spazia da Bach ad autori di rara esecuzione quali Giovanni Battista Cirri, Reinhold M. Glière e Zoltan Kodaly. Il concerto del 2 giugno (Grondona) vede il ritorno al Festival del virtuoso della fisarmonica Gianluca Campi che si esibirà davanti a un essicatoio, in un momento di particolare suggestione. Si prosegue con Antonio Soria e Claudia Sevilla (5 giugno, Casal Cermelli), duo pianistico spagnolo impegnato nel concerto dal titolo “Viaggio dell’anima, da Bach a Ravel. Tra due secoli e venti dita”. Dopo il duo spagnolo è la volta del duo francese Francis Duroy, violino, e Pierre Laurent Boucharlat, pianoforte, con lavori di Beethoven, Ysaye e Schumann (6 giugno, Sale).

Seguono i ritorni al Festival del Duo Des Alpes, costituito dal violoncellista svizzero Claude Hauri e dal pianista Corrado Greco, con un concerto interamente dedicato a Ludwig van Beethoven (12 giugno, Voltaggio), del Milano Saxophone Quartet, quartetto di saxofoni che non trascura originali richiami al jazz (13 giugno, Morbello) e del duo formato da Francesco Manara, violino, e Claudio Voghera, pianoforte, che si cimenteranno in un originalissimo progetto: l’esecuzione in tre concerti, in poco più di ventiquattro ore, dell’integrale delle opere per violino e pianoforte di Schumann e Brahms. I tre appuntamenti toccheranno altrettante località tra l’Alto e il Basso Monferrato: si comincia il pomeriggio del 19 giugno a Casale Monferrato, si prosegue la sera ad Acqui Terme e si conclude il giorno successivo nella storica cornice del Castello di Cremolino. Gli ultimi appuntamenti del Festival prevedono il Duo Fortecello con Anna Mikulska, violoncello, e Philippe Argenty, pianoforte, in un concerto dedicato a Chopin, Saint-Saëns (nell’anno del centenario dalla morte) e Piazzolla (per un altro anniversario, il centenario dalla nascita) di cui verrà eseguito il Trittico “Angelo” (26 giugno, Masio) e infine il concerto “Voci d’amore” con Diana Höbel, voce recitante, e Federico Nicoletta, pianoforte, impegnati in uno spettacolo ideato e diretto da Claudio Rastelli (27 giugno, Piovera).

Avviato nel 2014 torna, dopo la sospensione dello scorso anno causa Covid, il progetto Echos nel mondo, nato con l’intenzione di raccontare e di promuovere, sempre attraverso la musica, la terra da cui proviene il Festival. Quest’anno “Echos nel mondo” offrirà un concerto, dal respiro internazionale, che si terrà il 18 luglio presso l’Église de Saint-Merry di Parigi, splendida chiesa gotica nel cuore della capitale francese. Protagonisti dell’evento saranno l’Orchestra da Camera di Stato del Kazakhstan diretta da Gudni Emilsson, la violinista Aiman Mussakhajayeva e il Duo Schiavo-Marchegiani.

L’edizione di quest’anno segna inoltre la fusione tra i Festival Echos (29 maggio – 27 giugno) e PianoEchos (30 luglio – 3 ottobre) in iFestivalEchos: un grande progetto culturale che mette in sinergia le due iniziative potenziandone l’offerta culturale.

Con i 4 nuovi luoghi di questa edizione diventano ben 85 gli spazi toccati da Echos in 23 edizioni, oltre 100 se si considerano anche quelli di PianoEchos.