Notizie - Opera

Firenze: Daniele Gatti nominato direttore principale del Maggio Musicale fino al 2024

Pur restando affiancato dal Maestro Zubin Metha, Gatti intende ampliare l'offerta del Festival con appuntamenti in autunno e ad inizio anno per far diventare Firenze la "Salisburgo" italiana. 

Il sindaco Dario Nardella si dice felice di questa nuova collaborazione che sviluppa un ambizioso progetto di ampliamento del Festival del Maggio Fiorentino. A Dicembre ci sarà inoltre l'inaugurazione del nuovo Auditorium ponendo Firenze a livello della grandi città europee in grado di attrarre pubblico da tutta Italia e da tutta Europa. Il sovrintendente Alexander Pereira sottolinea come Daniele Gatti sarà un elemento di forza del teatro con una programmazione lungimirante che si sviluppa nell'arco di tre anni. 

Daniele Gatti sottolinea come il lavoro triennale sarà stimolante e con una programmazione di lungo periodo, inoltre per Gatti è la prima esperienza in ambito festivaliero. L'intenzione è ampliare il Festival con almeno due satelliti del Festival principale. Ispirandosi a Salisburgo, Gatti vorrebbe trasformare Firenze in una città festivaliera per eccellenza. I "satelliti" del festival si svolgeranno in autunno e all'inizio dell'anno ricalcando le ottocentesche stagioni di Carnevale dell'ottocento. 

Gatti sottolinea che alle opere, già tutte definite, si affiancherà una proposta sinfonica fortemente relazionata alla proposta musicale operistica. Fra le tematiche ci saranno il mito greco, l'amore e il mito di Faust. 

Grandi ambizioni dunque per la città di Firenze con il suo nuovo direttore principale.